Home / Articoli / Toelettatura cani, il lavaggio







Il termine toelettatura cani viene usato per indicare l’arte del toelettatore nel mettere in risalto la forma e l’eleganza dell’animale, attraverso il taglio del pelo e il lavaggio dell’animale stesso

E’ una falsa credenza che lavare spesso un cane fa male. Ciò era plausibile in passato quando i cani vivevano per la quasi totalità in natura o nell’aia del contadino, essere sporchi era nella loro normalità. Nessuno si preoccupava non era una esigenza, se venivano lavati si usava sapone da bucato.

Oggi è vero il contrario, a differenza del passato, esistono saponi delicati naturali e non aggressivi, specifici per ogni pelo in grado di non danneggiare il naturale sebo del cane. Inoltre la maggior parte dei cani vive in casa a contatto con tappeti, divani e bambini, un cane sporco è un veicolo di parassiti e infezioni, quindi non ci sono scuse deve essere lavato, lavarlo oltre che renderlo pulito, aiuta a fare prevenzione igienico-sanitaria. Lavare un cane quindi è importante come i controlli dal veterinario e l’alimentazione, è noto che prevenire è meglio che curare.

Quando lavare un cane, normalmente ogni uno due mesi, per i cani da compagnia anche una volta al mese, ma se il cane è molto sporco oltre che maleodorante, deve essere lavato, senza preoccuparsi dell’ultima volta che ha fatto il bagno, specialmente se è a pelo lungo o vive in appartamento.

Il lavaggio è inoltre raccomandato in quei cani che duranti certi periodi dell’anno perdono il pelo, l’acqua calda, l’uso del soffiatore e il calore dell’asciugatura facilitano il distacco dei peli morti.

Quando porti il tuo animale a lavare accertati di portarlo da un professionista, non risparmiare sulla salute del tuo animale pensando solo al prezzo toelettatura cane.

Esiste anche la possibilità di utilizzare un servizio di self service toelettatura o lavare il cane a casa con alcune precauzioni; usare un buon sapone per cani, naturale e nazionale, asciugarlo perfettamente (un cane con pelo umido puzza più di prima del lavaggio) e nel minor tempo possibile, spazzolare bene il pelo, questa operazione dovrebbe diventare una pratica nomale almeno una volta la settimana, pulire occhi e orecchi.

Ricordati anche di pulire i denti del tuo cane, per rallentare la formazione del tartaro e togliere quel cattivo odore che emana dalla bocca, in commercio ci sono vari strumenti per tutte le esigenze, altro accorgimento è dare una alimentazione secca al cane, l’umido favorisce l’accumulo di tartaro.